In Europa vivono attualmente 80 milioni di persone con disabilità. Inoltre, si stima che 81,5 milioni di adulti in Europa soffrano di perdita dell’udito, il che significa che un adulto su sette sarà affetto da problemi uditivi. Infine, secondo l’Unione mondiale dei ciechi, il 23,5 % della popolazione dell’UE è interessato da problemi visivi. Considerando l’invecchiamento della popolazione europea, queste cifre sono destinate ad aumentare. Infatti, si stima che nell’UE 120 milioni di persone saranno affette da disabilità multiple e/o minori entro il 2020.
Tutti questi numeri conducono a una richiesta chiara (e in crescita) di prodotti e servizi accessibili, quali la piattaforma audiovisiva multimediale in fase di sviluppo ad opera del progetto EASYTV (Easing the access of Europeans with disabilities to converging media and content). Per saperne di più, abbiamo parlato con Federico Alvarez, coordinatore del progetto EASYTV che vede Mediavoice uno dei Partner principali del progetto con le proprie competenze nella progettazione e nello sviluppo di piattaforme di interazione uomo macchina ed in particolare nelle tecnologie di sintesi e riconoscimento vocale, essenziali per una fruizione semplice ed efficace per persone non vedenti ed ipovedenti.

Leggi l’articolo completo in italiano sul sito della Unione Europea (CORDIS)

Condividi